Cooperazione e partenariati: la Toscana in prima linea

Cerca nel portale

Regioni

Regione Valle D'Aosta Regione  Piemonte Regione Lombardia Regione  Trentino Alto Adige Regione Veneto Regione  Liguria Regione Emilia Romagna Regione Toscana Regione Umbria Regione Marche Regione Lazio Regione  Abruzzo Regione  Basilicata Regione Campania Regione Molise Regione Puglia Regione Calabria Regione Sicilia Regione Friuli Venezia Giulia Regione Sardegna

AREA SOCI

Cooperazione e partenariati: la Toscana in prima linea

Attenzione: apre in una nuova finestra. StampaEmail

Fonte: ANSA

La Regione Toscana nel 2010 ha assegnato quasi 4 milioni per progetti di cooperazione e partenariato e 3,5 milioni per la cooperazione sanitaria. A fronte dell'impegno in bilancio è aumentata la capacità  di intercettare risorse esterne provenienti in prevalenza da Unione europea e Governo. La Toscana, poi, è presente in tutti i continenti, impegnata in diversi progetti con enti, associazioni e organizzazioni. àˆ il quadro emerso a Pontedera, in occasione della 9/a conferenza regionale sulla cooperazione internazionale che si è svolta al Museo Piaggio. Dal 2005 ad oggi, si sottolinea in una nota, la dimensione dei finanziamenti esterni è triplicata rispetto all'impegno regionale: nel 2008, Ministero degli Esteri e Ue hanno approvato 7 grandi progetti di cooperazione per quasi 31 mln e proprio pochi giorni fa è arrivata conferma del finanziamento della Commissione europea per due progetti sulla linea 'Local authorities in development' per altri 2 mln. Uno servirà  a dare sostegno al ruolo delle autorità  locali nei processi di partecipazione e programmazione in Senegal e Burkina Faso, l'altro a tutelare la salute materna e infantile in Congo, Tanzania e Sud Africa.

toscanaDal 2001 in poi, si spiega nella nota, sono cresciute progressivamente ''qualità  e quantità '' di progetti e programmi sostenuti, oltre che da finanziamenti propri, da una ''quota sempre pi๠consistente'' di cofinanziamenti esterni. In questi anni i 'cardini' della politica regionale sono stati partenariato e reti (translocali e transnazionali). Nel corso della conferenza regionale presso il Museo Piaggio, in particolare, si sono evidenziati due obiettivi fondamentali: la necessità  di consentire al sistema toscano di crescere ulteriormente e riaffermare la consapevolezza che solo grazie a un rapporto pi๠stretto con tutti gli altri attori internazionali sarà  possibile dare risposte efficaci.