Regioni intermedie, secondo Cappellacci €œvanno riconosciute€

Cerca nel portale

Regioni

Regione Valle D'Aosta Regione  Piemonte Regione Lombardia Regione  Trentino Alto Adige Regione Veneto Regione  Liguria Regione Emilia Romagna Regione Toscana Regione Umbria Regione Marche Regione Lazio Regione  Abruzzo Regione  Basilicata Regione Campania Regione Molise Regione Puglia Regione Calabria Regione Sicilia Regione Friuli Venezia Giulia Regione Sardegna

AREA SOCI

Regioni intermedie, secondo Cappellacci €œvanno riconosciute€

Attenzione: apre in una nuova finestra. StampaEmail

''La Sardegna porta avanti nel Comitato delle Regioni la battaglia per il riconoscimento della categoria Regioni intermedie e le azioni per lo sviluppo dell'energia sostenibile''. Cosଠil presidente Ugo Cappellacci commenta l'approvazione durante la seduta Plenaria del Comitato delle Regioni di due atti importanti per le amministrazioni locali.

''Il primo - evidenzia il presidente - è uno dei punti della discussione sul quadro finanziario pluriennale post 2013 e prevede il sostegno alla proposta della Commissione UE di istituire la nuova categoria delle Regioni intermedie, che includerebbe quelle con il PIL compreso tra il 75% e il 90% della media UE. Il secondo risultato è l'approvazione di un'iniziativa del Comitato delle Regioni per lo sviluppo di azioni locali in materia energetica attraverso il progetto delle città  intelligenti: una soluzione che valorizza il percorso intrapreso con il patto dei sindaci e promuove un sistema per le forniture di energie pulita - conclude Cappellacci €“ assegnando alle Regioni e agli enti locali quel ruolo fondamentale di veri attuatori delle politiche comunitarie sul territorio''.