Senegal: Enti locali italiani aderiscono al programma Plasepri

Cerca nel portale

Regioni

Regione Valle D'Aosta Regione  Piemonte Regione Lombardia Regione  Trentino Alto Adige Regione Veneto Regione  Liguria Regione Emilia Romagna Regione Toscana Regione Umbria Regione Marche Regione Lazio Regione  Abruzzo Regione  Basilicata Regione Campania Regione Molise Regione Puglia Regione Calabria Regione Sicilia Regione Friuli Venezia Giulia Regione Sardegna

AREA SOCI

Senegal: Enti locali italiani aderiscono al programma Plasepri

Attenzione: apre in una nuova finestra. StampaEmail

Fonte: Il Velino

àˆ stata firmata la convenzione tra Regione Emilia Romagna e il progetto €œPiattaforma di appoggio al settore privato e alla valorizzazione della diaspora senegalese in Italia€ (Plasepri), finanziato dalla direzione generale per la Cooperazione allo sviluppo (Dgcs) della Farnesina, in base al quale l'Ente locale entra a far parte dei partner dell'iniziativa. Oltre alla Regione, hanno aderito all'iniziativa l'Associazione per lo sviluppo Africa e Mediterraneo, il Comune di Sant'Agata Bolognese, la Cooperativa Lai-momo di Sasso Marconi (Bologna), l'Associazione Jubboo di Sant'Agata Bolognese, la Cna di Modena, l'Ong senegalese Concept oltre ad associati come il Comune di Vittoria (Reggio Emilia), l'Associazione dei Senegalesi di Sardegna (Cagliari), il Centro di Studi africani di Cagliari, la Provincia di Cagliari e il Comune di Thiadiaye. La cerimonia della firma della convenzione si è tenuta a Bologna il 18 gennaio. Il Progetto mira alla creazione di un partenariato di attori italiani e senegalesi, coordinato dall'Unità  tecnica locale (Utl) della Dgcs a Dakar e dalla direzione della Microfinanza, per attività  di comunicazione, sensibilizzazione e assistenza tecnica ai promotori senegalesi che vivono in Emilia Romagna, Sicilia e Sardegna e agli Italiani interessati a investire in Senegal.

A seguito della firma, un ufficio multifunzionale sarà  aperto nel Comune di Sant'Agata Bolognese. àˆ intervenuto alla cerimonia anche Tafsir Mbaye, direttore della Microfinanza, in visita in Italia. Parallelamente all'intesa con l'Emilia, sono state siglate altri accordi con Provincia di Livorno (Casto, Cedec, Acli); CeiPiemonte (Regione Piemonte, Cna Torino, Associazione Dabafrica, Ong CISV), la Regione Veneto (Veneto Lavoro, Urcc, Regione Marche) e Cisao. Quest'ultimo è incaricato di redigere un'opuscolo sull'investimento in Senegal, di organizzare seminari e formazioni sulla legislazione societaria e fiscale, di mantenere le relazioni con Banche africane e istituzioni senegalesi. Gli accordi sono stati stabiliti nell'ottica di creare una rete di strutture destinate a promuovere le opportunità  economiche in Senegal e accompagnare i Senegalesi residenti in Italia nella stesura di business plan per rafforzare gli investimenti nel settore privato. In particolare quelli provenienti dalle risorse dei migranti di ritorno.

Il Programma Plasepri ha come obiettivo l'aumento del volume di investimenti produttivi delle Piccole e medie imprese (Pmi) per la creazione di lavoro nelle regioni senegalesi a forte emigrazione (Dakar, Thiès, Kaolack e Louga). Nei prossimi anni, le azioni della Cooperazione Italiana saranno caratterizzate da una razionalizzazione degli interventi su base territoriale che implicherà  maggiormente la cooperazione decentrata già  ben rappresentata nel Paese grazie al ruolo strategico giocato dalla diaspora senegalese d'Italia.