Cerca nel portale

Regioni

Regione Valle D'Aosta Regione  Piemonte Regione Lombardia Regione  Trentino Alto Adige Regione Veneto Regione  Liguria Regione Emilia Romagna Regione Toscana Regione Umbria Regione Marche Regione Lazio Regione  Abruzzo Regione  Basilicata Regione Campania Regione Molise Regione Puglia Regione Calabria Regione Sicilia Regione Friuli Venezia Giulia Regione Sardegna

AREA SOCI

AICS. Bando Educazione alla Cittadinanza Globale

Attenzione: apre in una nuova finestra. StampaEmail

 

È stato pubblicato in gazzetta ufficiale il bando AICS per la concessione di contributi a iniziative di Sensibilizzazione ed Educazione alla Cittadinanza globale, proposte dalle Organizzazioni della società civile e dai soggetti senza finalità di lucro. Si tratta di una dotazione di 5 milioni di euro a valere sulle risorse 2017.

Le iniziative proposte dovranno fare riferimento al concetto di Educazione alla Cittadinanza Globale previsto dall’Obiettivo di Sviluppo Sostenibile 4.7 dell’Agenda 2030 dove si parla di “education for sustainable development and sustainable lifestyles, human rights, gender equality, promotion of a culture of peace and non-violence, global citizenship and appreciation of cultural diversity and of culture’s contribution to sustainable development”.

Il co-finanziamento massimo per progetto è di 500.000 euro al 90%. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata al 29 settembre 2017.

 

Le iniziative proposte dovranno perseguire le seguenti finalità generali:
• promuovere una concezione di “cittadinanza” intesa come appartenenza alla comunità globale e vissuta come impegno e riconoscimento del proprio ruolo attivo;
• favorire percorsi formativi che contribuiscano alla crescita di cittadini consapevoli e responsabili in una società inclusiva e interdipendente, fino ad includere il senso di appartenenza a una comunità più ampia, caratterizzata dalla “diversità” che si declina in una molteplicità di identità culturali. Cittadini che riconoscano il valore positivo e le responsabilità di ciascuno nell’essere parte di un mondo “globale”, in continuo movimento e mutamento; • promuovere riflessioni condivise all’interno dell’opinione pubblica, al fine di stimolare una diffusa partecipazione della società e l’attivazione di comportamenti in grado di contrastare le ineguaglianze e promuovere giustizia, sostenibilità, equità e diritti umani.

 

Nell’ambito delle risorse disponibili, sono considerate di prioritario interesse le iniziative che, partendo dalle finalità generali sopra riportate, siano centrate su:
a) contrasto dei fenomeni di odio, intolleranza e discriminazione, attraverso percorsi di accesso ad una corretta conoscenza e consapevolezza dell’uguale dignità dell’ “Altro”, attivati nell’ambito di attività di informazione e sensibilizzazione destinate a vari segmenti della società e all’opinione pubblica nel suo complesso (public engagement);
b) realizzazione di concreti percorsi di interscambio, di educazione inclusiva e di comprensione critica che siano basati sul dialogo come ascolto attivo e sulla cooperazione in contesti di Educazione formale e informale, anche attraverso il coinvolgimento delle realtà territoriali;
c) diffusione di un’informazione corretta e costruzione di una narrativa positiva dello sviluppo sostenibile, nell’ambito di attività di informazione e sensibilizzazione destinate a vari segmenti della società e all’opinione pubblica (public engagement).
d) percorsi che coinvolgano associazioni giovanili, in sinergia con altri attori, e che favoriscano la promozione dei temi legati allo sviluppo sostenibile anche in vista della prossima Conferenza Nazionale per la cooperazione allo sviluppo.

 

La proposta, inoltre, per essere ritenuta ammissibile deve, a pena di esclusione:
• contenere una richiesta di contributo complessivamente non inferiore a € 150.000,00 e non superiore a € 500.000,00;
• richiedere un contributo non superiore al 90% del costo totale dell’iniziativa;
• prevedere che la partecipazione monetaria al finanziamento assicurata dal proponente, sia con risorse proprie che di altri finanziatori, sia pari almeno al 10% del costo totale dell’iniziativa;
• prevedere una durata non superiore a 18 mesi.

 

L’individuazione della partecipazione del medesimo proponente a più di due iniziative come capofila e di due come partner comporterà, in qualsiasi momento del procedimento, l’esclusione delle proposte in eccedenza, secondo l’ordine cronologico di ricezione.

 

Per i soggetti che presenteranno due proposte come capofila il contributo complessivo richiesto non potrà superare 700.000,00 Euro.

 

La presentazione delle proposte dovrà avvenire esclusivamente mediante l’invio di una e-mail all’indirizzo di posta elettronica certificata Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. entro il 29 settembre 2017, ore 12:00.
Eventuali richieste di chiarimenti, di esclusivo interesse generale, potranno essere inviate all’indirizzo e-mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. entro e non oltre il 26 luglio 2017.

 

 

 

Fonte: infocooperazione