Macroregione Adriatico Ionica, Spacca sulla consultazione di Atene

Print

€œL'Intergruppo adriatico ionico del Comitato delle Regioni d'Europa ha prodotto una notevole quantità  di suggerimenti, proposte e scambi di vedute ed in occasione del suo terzo incontro, nel novembre scorso, ha deciso di inviare alla Commissione Europea un proprio documento di contributo alla consultazione degli stakeholder Eusair. I bisogni territoriali devono essere rappresentati in un approccio di governance multilivello dal basso per meglio affrontare i problemi e le sfide comuni della regione adriatico-ionica. E' per questo che sottoponiamo all'Europa le nostre proposte progettuali che sono state illustrate nei giorni scorsi ad Atene€.

CosଠGian Mario Spacca, presidente della Regione Marche e dell'Intergruppo adriatico ionico del Comitato delle Regioni europee (incaricato di redigere il parere del Comitato delle Regioni sulla strategia adriatico ionica, richiesto dalla presidenza greca e che sarà  adottato nella sessione plenaria del 25-26 giugno prossimi), in occasione dell'apertura della Conferenza degli stakeholder sulla Strategia per la Macroregione adriatico ionica ad Atene.

Il presidente, trattenuto in Italia, sottolinea come il documento costruito dall'Intergruppo, comprenda una visione per ognuno dei pilastri ed alcune proposte e suggerimenti. €œLa Strategia macroregionale €“ dice Spacca - richiede una forte leadership politica e l'iniziativa adriatico-ionica puಠsvolgere un importante ruolo di coordinamento in questo senso. D'altra parte l'Eusair con il suo piano d'azione necessita di una governance multilivello come chiave per il suo successo e richiede che le regioni e le autorità  locali si impegnino e forniscano capacità  di alto livello nella pianificazione di progetti d'implementazione efficaci al fine di ottimizzare il cofinanziamento in un approccio integrato macroregionale€.

In questi mesi il Gruppo è stato coinvolto dalla Commissione Europea, insieme ai Punti di Contatto Nazionali e all'Iniziativa Adriatico-Ionica, nelle attività  di preparazione del piano d'azione dell'Eusair (strategia della macroregione adriatico ionica) e, dall'agosto 2013, ha partecipato e supportato l'organizzazione degli incontri dei gruppi di lavoro nell'ambito della consultazione degli stakeholder sui 4 pilastri pi๠2 temi trasversali, ciascuno dei quali guidato da 2 degli 8 paesi. Obiettivo di questo lavoro preparatorio è la rappresentazione dei bisogni e delle priorità  dei diversi livelli di governance, dei forum e delle reti adriatico-ionici, nel piano d'azione.