Cerca nel portale

Regioni

Regione Valle D'Aosta Regione  Piemonte Regione Lombardia Regione  Trentino Alto Adige Regione Veneto Regione  Liguria Regione Emilia Romagna Regione Toscana Regione Umbria Regione Marche Regione Lazio Regione  Abruzzo Regione  Basilicata Regione Campania Regione Molise Regione Puglia Regione Calabria Regione Sicilia Regione Friuli Venezia Giulia Regione Sardegna

AREA SOCI

Adesione Ue: Frattini sui meriti della Serbia

Attention: open in a new window. PrintEmail

''Un giusto riconoscimento ai meriti della Serbia e del presidente Tadic''. Cosଠil ministro degli Esteri, Franco Frattini, a Belgrado, ha commentato il rapporto della Commissione Europea che ha raccomandato lo status di candidato per la Serbia. Al termine di un incontro con il presidente serbo Boris Tadic, Frattini ha spiegato che la Commissione ''ha riconosciuto i grandi risultati ottenuti dalla Serbia sul piano delle riforme strutturali, che vanno dalla riforma della giustizia, alla lotta alla corruzione, alla collaborazione con il tribunale penale internazionale''. Tutte riforme, ha aggiunto, ''che saranno oggetto di capitoli di negoziato estremamente importanti''.

Il presidente serbo Boris Tadic si è detto soddisfatto del parere espresso dalla Commissione Ue sul cammino europeo della Serbia, sottolineando la volontà  di Belgrado a dialogare con Pristina ma rilevando al tempo stesso come la Serbia non possa oltrepassare le 'linee rosse' rappresentate dall'integrità  territoriale e dal rispetto della sua Costituzione. ''Io mi auguro che a dicembre il nostro Paese possa ottenere lo status di paese candidato, importante per la prosecuzione del nostro cammino verso l'Europa''.

La Commissione di Bruxelles ha raccomandato al Consiglio Europeo di concedere alla Serbia lo status di paese candidato, condizionando una possibile data di avvio del negoziato di adesione alla ripresa del dialogo con Pristina e al miglioramento generale dei rapporti con il Kosovo. ''Noi desideriamo dialogare, ma allo stesso tempo vogliamo soluzioni realistiche e accettabili per tutti. L'Italia è un paese amico della Serbia. Ci auguriamo che i nostri rapporti vengano ulteriormente ampliati e rafforzati''. Il presidente ha voluto ringraziare il ministro Frattini per il suo ''contributo personale'' alla collaborazione fra Serbia e Italia che ''dall'inizio ha appoggiato il processo di integrazione europea del nostro Paese e dell'intera Regione dei Balcani occidentali''. L'Italia, ha ancora detto Tadic, ha il suo interesse all'integrazione dei Balcani nella Ue dal momento che ciಠfavorisce nuove opportunità  economiche. ''Per noi il sostegno italiano è di grande beneficio, e il ministro Frattini è la forza motrice di tutto questo'', ha concluso Tadic.